Cinghiali preistorici e dove trovarli

Cinghiali preistorici e dove trovarli

Scoperte nel 2017 in Indonesia delle pitture rupestri raffiguranti cinghiali risalenti a 45.000 anni fa

Un team di ricercatori ha da poco pubblicato un nuovo studio su queste pitture, raffiguranti i cinghiali preistorici. Basato sulla datazione dell’uranio dei dipinti e delle formazione minerale sovrapposta all’immagine, il risultato colloca queste pitture a non meno di 45.000 anni fa. La squadra di ricercatori era composta da un team dell’Australian Research Center for Human Evolution della Griffith University, che ha collaborato con il centro di ricerca archeologica dell’Indonesia, Pusat Penelitian Arkeologi Nasional (ARKENAS).


I cinghiali preistorici si trovano più precisamente nell’isola di Sulawalesi, facente parte della Repubblica di Indonesia, in una grotta calcarea chiamata Leang Tedongnge. Questa si trova in una valle racchiusa da ripide falesie calcaree. E’ accessibile solo da uno stretto passaggio e solo nella stagione secca, poiché il fondovalle è completamente allagato durante la stagione delle piogge. L’isolata comunità Bugis, che vive in questa valle nascosta, afferma che non era mai stata visitata prima dagli occidentali.

L’importanza di questa datazione

Per fare un confronto, le pitture rupestri di Lascaux, in Francia, sono datate a circa 17.500 anni fa; quelle più antiche delle grotte di Altamira, in Spagna, a 36.000 anni fa. Il dipinto in ocra rossa mostra un cinghiale con una corta cresta di peli eretti e un paio di verruche facciali simili a corna davanti agli occhi. Questa è una caratteristica dei cinghiali di Sulawesi maschi adulti, specie endemica dell’isola. Il team della Griffith University si aspetta che le future ricerche nell’Indonesia orientale porteranno alla scoperta di arte rupestre molto più antica e altre prove archeologiche, risalenti ad almeno 65.000 anni e forse anche prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com