Una foto lunga 12 anni

Una foto lunga 12 anni

Una foto lunga dodici anni, realizzata dall’astrofotografo J-P Metsavainio, è il compimento di un lavoro partito nel 2009
J-P Metsavainio

L’astrofotografo finlandese J-P Metsavainio ha pubblicato “la” foto della Via Lattea, gli ci sono voluti quasi 12 anni per essere creata. L’immagine da 1,7 gigapixel, ha un tempo di esposizione cumulativo di 1.250 ore.

Metsavainio ha iniziato lavorare al progetto nel 2009. Per i successivi 12 anni, si è concentrato su foto di diverse aree e oggetti della Via Lattea. Catturandoli singolarmente, per unirli in mosaici cuciti come una singola opera d’arte. Per completare la visione ad altissima risoluzione della Via Lattea, Metsavainio ha quindi deciso di unire delle singole opere originali, catturando lo spazio comisco che c’è tra loro.

Il mio osservatorio si trova nel centro della città di Oulu in Finlandia. A causa dell’enorme inquinamento luminoso, faccio principalmente immagini a banda stretta di Nebulose a emissione.

J-P Metsavainio

“Dal Toro al Cigno” l’opera completa di J-P Metsavainio 2009-2021

La foto finale è larga circa 100 000 pixel, ha 234 pannelli a mosaico individuali cuciti insieme e 1,7 gigapixel.
Tutti i fotogrammi utilizzati sono contrassegnati in questa immagine. Poiché molte sotto-immagini e mosaici sono opere d’arte indipendenti, porta a una struttura a mosaico molto complessa.

L’autore ha dichiarato:

“Ci sono voluti quasi dodici anni per finalizzare questa immagine a mosaico. La ragione per un lungo periodo di tempo è naturalmente la dimensione del mosaico e il fatto che quell’immagine è molto profonda. Un altro motivo è che ho la maggior parte delle cornici a mosaico come singole composizioni, le pubblico come opere d’arte indipendenti. Ciò porta a una sorta di complesso sortilegio di immagini che si sovrappone in parte a molte aree. senza immagini tra e intorno ai fotogrammi. Ho estrapolato i dati mancanti di tanto in tanto, nel corso degli anni, e l’anno scorso sono stato in grado di pubblicare molte immagini sub mosaico, mentre le preparavo per prime.”

“Il mio flusso di lavoro di elaborazione è molto costante, quindi sono state necessarie pochissime modifiche tra i fotogrammi del mosaico. Il tempo totale di esposizione è superiore a 1250 ore. Alcuni fotogrammi hanno più tempo di esposizione, rispetto ad altri. Ci sono alcuni oggetti estremamente fiochi, chiaramente visibili in questa composizione. Come un residuo di supernova estremamente fioca W63, il Cygnus Shell. Si trova a circa sei gradi dalla nebulosa Nord America e può essere visto come un anello blu pallido. Ho trascorso circa 100 ore solo per questo SNR. Un altro grande, ma debole resto di supernova in Cygnus può essere visto vicino al bordo destro dell’immagine. G65.5+5.7 è grande quanto la più famosa nebulosa Velo. Ci sono oltre 60 ore di esposizione solo per questo SNR.” (Veil SNR si trova appena fuori dall’area del mosaico per motivi compositivi, ma può essere visto nell’immagine sopra.)

Per approfondire il blog di J-P Metsavainio [link qui]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com