Isolati per un anno in un habitat stampato in 3D prima di andare su Marte

Isolati per un anno in un habitat stampato in 3D prima di andare su Marte

La notizia sull’habitat stampato in 3D che la NASA starebbe preparando per i test prima di mandare degli umani su Marte è stata resa nota ad agosto dalla stessa agenzia. Il progetto si chiama Mars Dune Alpha.

Si tratta di un ambiente chiuso, realizzato con un’enorme stampante 3D della Icon Build, come quelle utilizzare per stampare le abitazioni. Lo scopo è quello di testare i livelli di stress, collaborazione e di problem solving di alcuni volontari. La simulazione durerà un anno e servirà a raccogliere dati per migliorare lo stesso tipo di ambiente che in futuro verrà utilizzato su Marte quando saremo in grado di mandare i primi umani. Anche le comunicazioni tra il personale “marziano” e la NASA avranno lo stesso ritardo di alcuni minuti come se stessero trasmettendo tra la Terra e Marte.

L’obiettivo della simulazione

Durante il test il personale della NASA metterà a dura prova i volontari, con guasti improvvisi che dovranno essere in grado di risolvere per salvarsi la vita (quando saranno su Marte). Ma non solo stress. Infatti l’esperimento servirà anche a capire come meglio progettare gli spazi interni, divisi in diverse sezioni e diverse altezze, in modo da dare un senso di dinamicità degli spazi. Infatti è stato provato che vivere in spazi chiusi, della stessa altezza, aumenta i livelli di stress delle persone.

L’habitat sarà composto inizialmente da quattro camere da letto, due bagni (rigorosamente senza bidet!), un grande open space con zona pranzo e zona ricreativa, per guardare un film o giocare. Nell’altra sezione ci sono palestra, una zona con pc per lo studio o per lavorare ed una piccola infermeria.

Requisiti

Per partecipare al progetto bisognava iscriversi tra il 6 agosto ed il 17 settembre 2021 ed avere particolari requisiti, tra cui essere cittadini USA, avere tra 30 e 55 anni, essere laureati in materie STEAM o in medicina.

L’esperimento partirà nell’autunno 2022, durerà un anno e verrà ripetuto altre due volte. Ogni volta verranno introdotte delle migliorie grazie all’esperimento precedente.

Qui potrete vedere una simulazione 3D dell’ambiente e della sua costruzione.

Per un approfondimento vi consigliamo questo video di Adrian Fartade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com