Quando i fumetti si incontrano | Kriminal e Satanik

Quando i fumetti si incontrano | Kriminal e Satanik

Gli incontri tra personaggi dei fumetti hanno sempre affascinato i lettori. Quanti avrebbero voluto vedere interagire i propri eroi in avventure comuni per rendersi conto di come “avrebbero lavorato” insieme oppure semplicemente per definire chi dei due fosse più forte? La risposta è semplice: quasi tutti!

L’alba dei team up | Kriminal e Satanik

Il primo team up fumettistico italiano risale al 1967, più precisamente il numero 90 di Kriminal dal titolo “Quello che non ti aspetti”. Qui troviamo in un’avventura comune il protagonista della testata che interagisce con Satanik, altro personaggio delle cosiddette serie nere. Erano quei fumetti che negli anni ‘60 avevano per protagonista, sulla falsa riga di Diabolik, ladri e assassini fuorilegge (Kriminal frà l’altro assomiglia molto a Diabolik). Le due serie sono create dal duo composto da Magnus e Bunker, dove spesso i creatori si trovavano a dover combattere con le maglie della censura per scene allora giudicate esplicite. Viste oggi, la scelta di censurarle fa solamente sorridere.

La trama | Kriminal e Satanik

Il commissario Patrick Milton di Scotland Yard si ritrova ad indagare sul traffico di cobalto che viene smerciato a scopo medico, ma sotto copertura perché in realtà serve per scopi bellici. Kriminal decide di indagare per conto suo perché il pericolo per la pace è troppo grande. Erano gli anni della paura dell’Olocausto nucleare ed in suo soccorso per unire le forze in battaglia arriva anche la ”strega” Satanik dando così vita ad una storia di agguati e fraintendimenti.

Riflessioni

Il fumetto è una piacevole lettura per gli amanti delle due serie. Un classico disegnato da Magnus, guest star dei fumetti neri dell’epoca, il quale di lì a breve sarebbe diventato un grande del fumetto italiano. E’ un team up molto diverso da quelli ai quali siamo abituati oggi. Non ci sono scontri e differenze marcate di carattere, ma troviamo piuttosto una stretta collaborazione, che li porta al tradimento dei rispettivi partner [a mio parere ci sono i primi tentativi di sfondare la quarta parete con il lettore].

Con vignette come questa la promessa che i due si fanno, in virtù del tradimento dei rispettivi fidanzati, è di non collaborare e non vedersi mai più! Non c’è che dire, il primo esperimento fumettistico italiano di questo tipo è al contempo il più particolare di tutti.


Galleria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com