Non solo fumetti | South Park e la filosofia

Non solo fumetti | South Park e la filosofia

È stato detto che la filosofia non è una materia che riguarda solo pensieri profondi e spesso astratti, ma si riferisce al vivere quotidiano poiché per qualsiasi scelta che ci riguarda, spesso non volendo, applichiamo determinate scelte filosofiche.

Il lavoro del filosofo indaga non solo sul senso dell’esistenza in se, ma anche su etica, scienza, conoscenze ed evoluzione cercando di dare un indirizzo, come una bussola, alla vita. E’ quello che ha pensato Robert Arp e un team di filosofi e ricercatori nel 2007, quando hanno indagato sulle puntate oramai classiche di South Park (ndr. scrivo oramai perché la serie è giunta alla 24esima stagione).

Le tematiche

Sfogliando i vari capitoli del saggio ci troviamo a riflettere del problema etico della serie, ovvero se solo offende oppure cerca di far riflettere su temi religiosi e non. Scopriamo come Stan e Kyle applicano il metodo di ricerca di Socrate alle loro domande e indagini. Scopriamo il senso filosofico delle numerose morti ormai celebri di Kenny che come un moderno Sisifo di Albert Camus si rassegna al suo destino. Poi dell’egoismo nichilista di Cartman ne vogliamo parlare?

Humans vs Robots

Spostandoci sul tema umani vs robot come non citare il robot F.I.G.O-O sempre interpretato da Cartman per farsi beffe di Butters, il quale fa riflettere sul rapporto fra essere umano e macchina pensante (intelligenza artificiale) che hanno analizzato John Searle e Alan Turing con i loro metodi: quello della stanza cinese e il metodo Turing.

Ma anche di Asciughino interpretandolo come fosse un cyborg a forma di asciugamano giocattolo che mette in discussone il concetto di intelligenza dei computer. Oppure nella puntata dei cuccioli di mucca parlare di specismo e concetti animalisti sulla filosofia di Peter Singer.

South Park e le colonne sonore

Troviamo anche un bel capitolo sulla diegesi musicale nella serie, di come la colonna sonora per Trey Parker e Matt Stone sia importante nella narrazione e può influenzare il significato stesso della storia. Altra bella riflessione è quella sull’etica di moralità, come si può scioccare il pubblico per far veicolare nel mondo moderno un messaggio filosofico e porre su di esso l’attenzione del pubblico.

Conclusioni

Il libro pubblicato in prima edizione nel 2007 mentre la serie è proseguita per molti anni. Leggendo questo saggio mi sono chiesto: quante riflessioni e interrogazioni si possono fare su un cartoon considerato all’apparenza demenziale ma che comunque ha attraversato praticamente due generazioni? Ricordo che in Italia fu trasmesso per la prima volta nel Natale del 1999 con la puntata di Mr Hankey, e scommetto che in molti ventiquattro anni fa si saranno chiesti increduli: ma cosa ho visto? Eppure ci ha accompagnato nella morale del XXI secolo! Insomma un saggio interessante e da scoprire. Altrimenti come dice il famoso filosofo Erik CartamanPotete baciarmi le…” filosoficamente parlando, ovvio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com