Niro Perrone e l’underground che non ti aspetti

Niro Perrone e l’underground che non ti aspetti

Ci sono state persone che durante il lock down nel 2020 hanno scoperto o si sono inventate hobby o interessi che prima non avevano. Questa è la storia di Niro Perrone, che ha iniziato la sua carriera artistica quasi per caso, così per raccontare storie disegnandole per i suoi figli e passare il tempo con loro. Poi ha iniziato a produrre opere fino a diventare un artista della generazione digitale, i cosiddetti cripto artisti, i quali vendono sulle piattaforme digitali oltre che materialmente.

La sua arte

Ma analizziamo la sua arte: personalmente ricorda molto Keith Haring sia per le forme che per i messaggi criptici, ma un altro aspetto che li accomuna è la passione per la musica, la stessa che aveva il celebre artista americano. Niro è oltretutto eclettico poiché è anche un DJ/Producer (attività che coltiva tutt’oggi). Difatti per molto tempo ha suonato in una discoteca da lui fondata, il Klang.

Niro Perrone
Flyer Klang

“Nostalgia”

Come si vede in quest’opera dal titolo “Nostalgia” notiamo un caleidoscopio di personaggi intrecciati e caotici, come i personaggi che frequentano le discoteche e raffigurano un mondo caotico dominato dalla tecnologia. I vecchi cellulari Nokia 3310 sulla schermata hanno un emoticon triste, l’obsoleta comunicazione anni 2000, che andata in disuso come la cassetta del Blockbuster depressa, che lascia spazio agli smartphone che invadono le nostre vite e non lasciano più spazio ai rapporti reali.

Niro Perrone
Nostalgia

E’ tutto criptico e confusionario, i personaggi che affollano l’opera andrebbero visti uno per uno poiché hanno un significato a sé stante e ricordano lo stile in cui sono disegnate le serie irriverenti come South Park e Rick & Morty. Quest’ultima in maniera più evidente visto lo stile dell’artista (riferimento che ci ricorda come del cinismo e black humour di queste serie sia permeata la nostra società).

La nostra società è raffigurata dall’artista in questo assemblaggio di personaggi, a volte disturbati, presente in molte sue produzioni. Ricorda in questo il pittore fiammingo Hieronymus Bosch celebre per i sui personaggi caricaturali. Insieme a creature strane ed esoteriche che nel 1400 raffiguravano le inquietudini, anticipando l’arte moderna.

Altre opere

In questa seconda opera vediamo un emoticon a forma di diavolo digitare sul suo smartphone altre emoticon, segno evidente delle mancanza di comunicazione chiara e lineare di questa epoca. Niro, come molti artisti underground, ha realizzato anche dei poster che pubblicizzano i suoi eventi musicali, un po’ come faceva lo stesso Keith Haring quando veniva chiamato a realizzare poster per vari eventi.

Niro Perrone

Infine la sua opera più intimista che parla dell’annoso conflitto palestinese-israeliano. Non vediamo il solito assembramento di personaggi ma il deserto e la desolazione della morte scaturita da esso, mentre in un angolo una ragazza israeliana ed una palestinese intente a parlare e ridere una con lo smartphone mentre l’altra con un foglio scritto in arabo. Forse una comunicazione di speranza, che le nuove generazioni superino questo assurda guerra territoriale e finisca tutto. Niro ha iniziato a disegnare per raccontare storie ai suoi figli e adesso si appresta a comunicare il suo mondo a chi lo saprà apprezzare.

Niro Perrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com